Domanda:
Come contrassegnare gli pneumatici in modo che possano essere identificati dopo il furto?
sharptooth
2011-05-27 17:22:52 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Una situazione di vita reale: il proprietario di un'auto lascia la sua auto vicino a un edificio a più piani la sera e al mattino vede l'auto su mattoni e le ruote non ci sono più. Si rivolge alla polizia e la polizia è pronta ad aiutare.

Supponiamo che la polizia trovi quattro ruote in un luogo con attività illegali, ma le ruote sono fabbricate in fabbrica e indistinguibili dalle altre ruote dello stesso modello. Sarebbe molto utile contrassegnare le ruote in modo univoco in anticipo in modo che il proprietario denunci i segni alla polizia e una volta che le ruote con quei segni vengono trovate, i segni servono come prova.

Immagino che i cerchi siano abbastanza facili da incidere ma come si possono marcare le gomme?

Il disegno con un pennarello indelebile può essere rimosso con solvente. L'incisione sembra rischiosa poiché indebolisce gli pneumatici. Quali sono i modi per contrassegnare gli pneumatici per identificarli meglio dopo il furto?

Un altro motivo per marcare le gomme: per rendere più facile tenere una cronologia per ogni pneumatico: in quale posizione si trovava sulla vettura, quando è stato revisionato (per forature ecc.), Ed eventuali altri problemi che ha avuto. Ecco perché mi interessa questa domanda.
Non sono sicuro in quale parte del mondo ti trovi, ma se le ruote sono state incise e sei in grado di dimostrare che sono tue, è ragionevole presumere che la Polizia ti permetterà di tenere le gomme a cui erano attaccate quando sono stati recuperati.
@SteveMatthews Niente impedisce ai ladri di separare i pneumatici dai cerchi e cercare di venderli separatamente o semplicemente di scartare i cerchi (se i ladri pensano che vendere i cerchi sia troppo difficile da provare).
Due risposte:
#1
+5
Sean Reifschneider
2011-05-31 13:23:03 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Penso che l'incisione o lo stampaggio andrebbero bene, soprattutto perché molte ruote prodotte sono dotate di incisione o stampaggio su di esse. Voglio dire, incidono vetri di sicurezza, parlano di cose delicate da danneggiare. Ecco un thread su un distretto di polizia che lo offre. Anche se tutti gli altri riferimenti che vedo all'incisione sono solo per il vetro, e apparentemente questo è perché molte altre parti tendono ad avere già il VIN o il VIN parziale su loro (secondo questa pagina di Wikipedia). Ecco una pagina sulla polizia di Phoenix che lo offre per il vetro, quindi potrebbe essere che l'autore del primo post sopra si sia fatto rubare le ruote, poi ha visto qualcosa sull'incisione e ha pensato che fosse per le ruote.

Ho lavorato sui metalli e non mi sarei aspettato che stampigliare il VIN sui cerchi ne compromettesse in modo significativo l'integrità, soprattutto se puoi scegliere dove farlo. Tuttavia, potrebbe valere la pena chiederlo a un esperto di metalli. Ad esempio, uno dei ragazzi che gestisce un'officina locale ha costruito parti che si trovano su veicoli spaziali e può dirti a livello molecolare cosa faranno le diverse tecniche di marcatura e lavorazione, quindi potresti voler controllare nelle officine meccaniche.

#2
+1
Sidney
2019-01-13 14:07:07 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Si potrebbe plausibilmente chiedere agli installatori di pneumatici di utilizzare una matita grassa all'interno del pneumatico, l'ho vista utilizzata per documentare quando sono state riparate le forature (o scrivi il numero di vin su cui è installato il veicolo, il proprietario del veicolo , o entrambi). Qualsiasi superficie esterna sarà consumata dallo sporco, ma l'interno del pneumatico dovrebbe essere ben protetto e dubito che la maggior parte dei ladri penserebbe di abbattere il pneumatico per rimuovere eventuali segni.

ha detto - convincere la polizia a controllare l'interno di un pneumatico potrebbe essere un po 'impegnativo.



Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 3.0 con cui è distribuito.
Loading...